Contatti MadreNatura


Galleria fotografica


Dicono di noi...


Le piante raccontano


Ricordi...
fotografici


Racconti... Naturali!


Modulistica


L'abetina di Pescopennataro

Visite guidate

Veduta di PescopennataroPescopennataro è un piccolo comune dell’Alto Molise, in provincia di Isernia, incastonato in uno sprone rocciose, con i suoi 1200 m di altitudine domina sulla valle del Sangro.
Una delle peculiarità più interessanti del territorio è data dalla presenza di estesi boschi di abete bianco, che fanno da verde cornice al paese e che gli conferiscono il titolo di "città degli abeti". Ma non è solo il valore estetico di questi boschi che rende caratteristica l'area, è anche la loro valenza naturalistica. Abetina e faggeta in autunnoL'abete bianco infatti è una specie diventata ormai rara in Appennino. Un tempo i maestosi boschi di abete bianco si estendevano su tutta al penisola italiana, oggi a causa dello sfruttamento antropico e del cambiamento delle condizioni climatiche, le abetine sono sopravvisute in piccoli lembi ed in maniera frammentata sul territorio.
Il Bosco di Vallazzuna e il Bosco degli Abeti Soprani sono due siti SIC (Siti di Interesse Comunitario) al cui interno si snoda una rete di sentieri natuarlistici che accompagna i visitatori in uno scenario affascinante e suggestivo.
ArrampicataAltre peculiarità sono le vie attrezzate per l'arrampicata sportiva e per l'alpinismo, di recente realizzazione sono già richiamo per appassionati del genere provenienti da ogni parte d'Italia; il Museo della Pietra, dove si possono osservare testimonianze geologiche e litiche rinvenute nel territorio, nonché reperti abilmente lavorati dagli scalpellini locali, una tradizione che si tramanda da secoli e cha ha conferito al paese di Pescopennataro il titolo di "città della pietra"; le sorgenti del Rio Verde famose per le acque oligominarali ed incantevole quando a fine inverno i verdi prati si tappezzano di crochi e bucaneve; l'eremo di San Luca scavato nella roccia calcarea da dove si apre un panorama emozionante; il tratturo Ateleta-Biferno antica testimonianza dei nostri padri pastori.
Da sottolineare la prossima apertura di un Museo Ambientale e del Centro di Educazione Ambientale "L'Abete bianco" attualmente in fase di allestimento.
Di particolare interesse è il Parco di Pinocchio nella pineta denominata Bosco del Barone dove è stato allestito un sentiero con le sculture rappresentanti momenti di vita di Pinocchio. Le sculture sono opere realizzate in occasione del 2° e 3° Simposio di Scultura Live tenutisi nel piccolo paese altomolisano nel luglio del 2008 e 2009. Artisti provenienti da ogni parte d'Italia, sotto la cordinazione dello scultore Giuseppe Colangelo, hanno raffigurato ognuno secondo il proprio estro e la propria ceratività alcuni momenti della vita del giovane protagonista e dei suoi compagni del romanzo di Collodi. Altre sculture del 4° Simposio, dedicato alle Favole di Leonardo da Vinci, sono andate invece ad impreziosire la pista ciclabile che dal Parco di Pinocchio conduce all'area La Pescara.

Visite guidate

Per informazioni e prenotazioni di visite guidate (per gruppi) scrivici all'indirizzo di posta elettronica info@madrenaturacoop.it oppure contattaci ai numeri 3337145033 (Isabella) e 3284772265 (Nicoletta).

Torna su

 

 

 

 

"...quell'azzurro fiorellino
dall'occhio luminoso
lungo il ruscello
gemma gentile della speranza
dolce nontiscordardime."

Samuel Taylor Coleridge - The Keepake

Sede legale: Via Gioberti, 16 - 86081 Agnone (Is)
Tel. 3337145033 - 3284772265 - 3282020479
Sito web: www.madrenaturacoop.it - E-mail: info@madrenaturacoop.it
Foto: Nicoletta Fulgaro, Isabella Pannunzio - Sito web allestito da Isabella Pannunzio
© 2008-2016 MadreNatura Soc. Coop. a r.l.